Sicilia, Archivio

Rifiuti a Caltanissetta, si volta pagina: prorogata l'attività per tutti i 139 lavoratori

CALTANISSETTA. Via libera da ieri mattina alla fase operativa della Srr la nuova società appena costituita che dovrà sostituire il disciolto Ato Ambiente la gestione del servizio di raccolta e trasporto a discarica dei rifiuti solidi urbani.


Al termine delle riunione dei sindaci che fanno parte del consiglio di amministrazione della nuova società di ambito il commissario straordinario Enrico Vella ha annunciato e ratificato il nuovo corso delle Srr. «A partire da domani - ha detto al termine dell'incontro con i sindaci - i rappresentanti delle amministrazioni che fanno parte della nuova società dovranno operativamente dare corso al cosiddetto piano di Ambito, quello che comunemente alcuni definiscono il piano commerciale».


Si tratta in pratica di entrare adesso nella fase operativa che prevede un ampio e dettagliato progetto di riforma del servizio di raccolta dei rifiuti con la costituzione di piani di interventi che dovranno tenere conto del numero di personale da assumere, della creazione degli Aro (ambito raccolta ottimale) dei mezzi in dotazione sia di quelli esistenti che eventualmente di altri strumenti, della individuazione della località di conferimento de rifiuti e del pagamento diretto sia nei confronti del personale che dovrà essere assunto, sia dei titolari delle eventuali luoghi di stoccaggio e conferimento dei rifiuti. Tutto però nell'ottica del contenimento dela spesa e della razionalizzazione del servizi.


Come prima atto concreto il commissario straordinario Enrico Vella, per consentire la prosecuzione dell'attività, dopo la cessazione dell'attività dell'Ato ha prorogato, con una propria ordinanza la prosecuzione, fino al mese di dicembre, dell'attività per tutti i 139 lavoratori che prestano servizio nei vari comuni della provincia alle dipendenze dei società e ditte private che hanno in gestione, tramite gara di appalto il servizio di raccolta dei rifiuti.


In precedenza, prima dell'arrivo del commissario straordinario, con una propria delibera il commissario liquidatore dell'Ato Elisa Ingala aveva revocato il licenziamento dei lavoratori amministrativi dell'Ato che restano però sempre sul piede di guerra per il mancata corresponsione delle quattro mensilità maturate. Risolto i via definitiva invece, il problema del servizio di raccolta e trasporto a discarica del capoluogo con la definita decisione del sindaco Michele Campisi di uscire dalla Srr e gestire in proprio il servizio tanto di avere dato mandato gli uffici di procedere alla individuazione dell'Aro e al pagamento in proprio sia dei dipendenti della società Caltambiente che del titolare della discarica in cui il comune conferisce i rifiuti.


Anche ieri mattina il, commissario straordinario Enrico Vella, che ha deliberato la prosecuzione del servizio per tutti i lavoratori dei comuni, ha voluto ribadire che il piano definitivo occupazionale dei lavoratori è un problema che attiene alle singole municipalità. «Saranno i sindaci - ha detto - con la redazione del piano di ambito a deliberare eventuale assunzione di personale in relazione al fabbisogno ed alle singole realtà dei comuni. Con la redazione del piano di ambito, infatti gli amministratori dovranno indicare la consistenza della pianta organica e quindi l'assunzione delle unità lavorati che che dovranno transitare dall'ex Ato alla nuova società».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati