Commercio a Gela, siamo all’anno boom

GELA. Il Commercio è in crisi, profondo rosso? Esattamente il contrario. Diversamente dal dato percepito la realtà parla di un raddoppio delle autorizzazioni rilasciate dal comune nel primi mesi del 2013. Basta recarsi all’ufficio del Commercio, oggi inglobato nel Suap (Sportello unico per le attività produttive) e rendersi conto di una clamorosa inversione di tendenza che riguarda l’intero terziario.


Se, infatti, il dato delle richieste per nuove aperture “doppia” quello dell’anno precedente, addirittura triplica il numero di pratiche per il rilascio del Provvedimento unico, nuovo strumento della pubblica amministrazione che riguarda le attività produttive (piccoli opifici, laboratori artigianali, capanoni).


Nell’intero 2012 il comune aveva rilasciato 27 autorizzazioni che sono salite a 64 nei primi nove mesi del 2013. Tornando al dato complessivo delle autorizzazioni commerciali sono state finora 421 quelle presentate da gennaio a oggi al Suap (296 nel 2012). Sono tutte nuove attività che apriranno i battenti nei prossimi mesi anche se, al dato complessivo, bisogna sottrarre i rigetti delle pratiche (66), quelle concluse con esito negativo (24) e le rinunzie (15).


All’interno di questo numero occorre distinguere anche i pubblici esercizi, 95 richieste nei primi mesi dell’anno. La chicca riguarda le scommesse. Sette le richieste di nuovi Internet point contro una sola richiesta nel 2012, segno che "giocate", "bollette" e più in generale il pianeta web, costituiscono un settore in forte crescita.


«La liberalizzazione – dice Salvatore Lombardo, ingegnere, responsabile del Suap – ha sicuramente incentivato la voglia d’impresa. Non c’è più, a esempio, il piano degli ottici, strumento che bloccava la nascita di nuovi negozi di occhiali. Cessano anche i limiti di distanza tra bar, edicole e altre tipologie merceologiche, il che favorisce la creazione di nuove attività. Un piccolo merito lo ascriviamo alla nostra struttura».


Il Comune di Gela, infatti, è nell'elite di quel 12 per cento di enti locali che ha uno Sportello unico accreditato al ministero per lo Sviluppo. Una squadra giovane, composta da impiegati della Ghelas Multiservizi (4) e dipendenti comunali (2) che ha abbattuto in pochi mesi i tempi di istruttoria delle pratiche. L'attesa di un procedimento per attività di commercio, infatti, è sceso da 18 a 4 giorni. Segno che a Gela investire ora si può. Ma.S.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati