Letta alla Camera: "Basta ricatti a governo, tanto non cade"

Sicilia, Politica

ROMA. Dopo una settimana in cui ''alcuni dentro la maggioranza hanno detto esplicitamente che preferivano il voto anticipato a fine novembre'' che sarebbe stato ''un errore'', ''ora siamo qui per riprendere il filo più forti e coesi''. 'L'Italia ha bisogno che non ci siano più ricatti, tipo 'o si fa questo o cade il governo', anche perché si è dimostrato che il governo non cade''. Serve un "Governo in grado di affrontare tre emergenze" che erano alla base dell'esecutivo nato ad aprile e che "sono ancora qui". Lo ha detto il premier Enrico Letta iniziando il suo discorso sulla fiducia alla Camera.

"Alleviare il problema della disoccupazione giovanile è una priorità che ribadisco", ha continuato Letta ricordando  le scelte fatte in questi ultimi 5 mesi come la "decontribuzione per i nuovi posti di lavoro per i giovani, al sud ma anche per al nord: una scelta che ora è concreta" ha aggiunto ricordando la "giornata di ieri" con il clik day che "per 5.500 persone ieri ha voluto dire un posto di lavoro. E' ovviamente poco" ma "e' un primo passo".

Nella legge di stabilità "il cuore di tutto sarà la riduzione delle tasse sul lavoro" e del "cuneo fiscale" ed in particolare "la riduzione delle tasse per dare finalmente sollievo ai lavoratori" per rendere più pesante la busta paga.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati