Caltanissetta, troppi poveri e alla Solidarietà è emergenza

Sicilia, Archivio

CALTANISSETTA. Tornano ad essere una bolgia gli uffici della solidarietà sociale. La marea montante di nuovi poveri, le richieste quotidiane di sussidi e l'impossibilità del Comune di far fronte alle esigenze di famiglie veramente bisognose, sta determinando situazioni a dir poco piacevoli al punto che l'assessore Giuseppe Firrone ha chiesto la presenza fissa di due vigili urbani nei giorni di ricevimento al pubblico. Una situazione esplosiva alla quale si sta cercando di porre rimedio impinguando un capitolo di spesa per affrontare almeno i casi più urgenti mentre a giorni dovrebbe partire il cosiddetto lavoro solidale che consentirà a novanta nisseni in stato di assolutà povertà di guadagnare al mese poco meno di 500 euro rendendosi utili con l'apertura di cantieri di lavoro.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati