Bompensiere, il taxi per andare a scuola Ed il Comune rimborserà

BOMPENSIERE. «Il beneficio economico, pari al costo dell'abbonamento per il servizio pubblico di linea per la scuola ubicata nel comune più vicino», sarà erogato anche a chi per frequentare le lezioni prenderà il taxi. A deciderlo la giunta comunale, presieduta dal sindaco Salvatore Gioacchino Losardo. Per due motivi. Primo, perché i mezzi di linea non garantirebbero «un servizio ottimale, in quanto le corse sono insufficienti e spesso inesistenti», e, essendo gli orari scolastici diversi per ogni istituto, gli studenti sarebbero «costretti ad aspettare prima di potere tornare a casa». Secondo, perché il diritto allo studio è garantito dalla costituzione italiana.


Per tali motivi, l'organo esecutivo, «ai fini del rimborso alle famiglie di studenti delle spese sostenute per il trasporto scolastico», ha deciso di autorizzare «l'uso di mezzi privati autorizzati esercenti l'attività di autonoleggio o similari attraverso stipula di convenzioni». A condizione che al comune sia mensilmente presentata una ricevuta fiscale rilasciata dai tassisti convenzionati. Il rimborso sarà commensurato al costo dell'abbonamento per Caltanissetta. S.B.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati