Formazione, stop ai finanziamenti allo Ial

Sicilia, Politica

PALERMO. La Regione ha espulso lo Ial dal sistema della formazione professionale finanziata con fondi pubblici. Il provvedimento è stato firmato oggi dal dirigente del dipartimento Formazione, Anna Rosa Corsello, anche se la decisione è frutto del confronto fra l’assessore Nelli Scilabra e il presidente Rosario Crocetta.
L’accreditamento è la patente per svolgere corsi finanziati con fondi pubblici. Il suo ritiro impone quindi all’ente di fermare le attività: secondo la Regione, lo Ial non ha pagato i lavoratori e «non ha saputo spiegare come abbia utilizzato ben 22 milioni - commenta la Scilabra - Chi non paga i lavoratori e non spiega come utilizza i soldi pubblici, evidentemente non può avere alcun rapporto con l'amministrazione regionale. Probabilmente qualcuno non ha ancora compreso che è cambiato il vento, questo provvedimento chiarirà le idee».
Il personale dello Ial verrà impiegato dal Ciapi di Priolo, ente di formazione pubblico. Una soluzione che verrà adottata anche per i dipendenti degli enti ARAM, LUMEN, ANCOL, AIPRIG coinvolti nell’inchiesta di Messina sulle truffe nel settore della Formazione.
Lo Ial, in passato di proprietà della Cisl, da un paio di anni è stato ceduto a imprenditori vicini all’area del Pd che fa capo a Nino Papania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati