Sicilia, Tempo libero

Il gelato nella dieta in estate Gli esperti: «Sì, ma con cautela»

Voglia di freschezza nei giorni più afosi. Il nutrizionista: «Un cono può essere una valida alternativa, ma no ai menù monotematici»

Montagne di colori e gusti variegati. Fresco, cremoso e compagno ideale della nostra estate. È il gelato. Come resistere alla tentazione di un goloso cono farcito o di una brioche imbevuta di questo prelibato alimento? Per un po' di refrigerio è una tentazione irresistibile, soprattutto con il caldo estivo. Crema, pistacchio, vaniglia, cioccolato, ma anche croccante, con scaglie di biscotti, farcito di zenzero e di cannella, al formaggio e agli ortaggi. Insomma, c'è proprio l'imbarazzo della scelta se non fosse per quel famoso conteggio (quanto mai spietato) delle tanto temute calorie. Ma è possibile mantenersi in forma senza rinunciare a tale prelibatezza? La risposta degli esperti è sì, ma con cautela. Ogni varietà di gelato ha il proprio valore nutrizionale, con tanto di grassi, zuccheri e proteine, e può essere artigianale o industriale. Ed è indiscutibile che non tutti i gelati hanno lo stesso apporto calorico, che si raddoppia se si scelgono quelli alla crema. Eppure si parla tanto, diventando quasi il tormentone della silhouette estiva, della dieta del gelato. Ma quanto poi è così valida?
«Gelato sì, ma con i dovuti accorgimenti», spiega Silvio Buscemi, nutrizionista e docente all’università di Palermo. «Mangiarlo non fa male. Anzi, potrebbe essere una buona variante al menu giornaliero. Ma solo se non si segue una dieta monotematica, perché si apporterebbe solo un grande danno all'organismo. Tutte le diete funzionano se si ingeriscono un numero di calorie inferiori a quante se ne consumano».
Quindi l’avvertenza: «Ma per mantenere un buono stato di salute, bisogna garantire quell'equilibrio nutrizionale corretto che non si può di certo avere se si segue una dieta mono-alimentare. Questa non è educativa e sicuramente non approvabile da un punto di vista medico: una corretta alimentazione deve essere ben bilanciata e prevedere più alimenti, rispettandone anche i canoni alimentari. Se non lo è, si rischia di ingerire elementi che in grandi quantità potrebbero essere nocivi. Quando si parla della dieta del gelato, e di come si possano perdere 5 kg in una sola settimana, bisogna tenere conto che si fa solo un danno. Il gelato è un ottimo alimento soprattutto se artigianale e se alla frutta: potrebbe essere una buona alternativa a un pasto, specie se consumato a pranzo. Ma è costituito di zuccheri semplici e spesso carente di apporti vitaminici: quindi sì al gelato, ma in giuste quantità e come variante della dieta. La varietà dei cibi, infatti, è il concetto fondamentale per chi vuole essere costante nel dimagrimento senza causare danni».
Quindi non un nemico, ma un alleato funzionale alla nostra dieta dimagrante e a un sorriso in più, visto che la maggior parte di queste bandisce dolci e dessert. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati