Appalti truccati alla Regione, scarcerato Belcuore

PALERMO. Torna libero Antonino Belcuore, il dirigente regionale del Servizio turistico di Taormina, coinvolto nella maxi inchiesta sui Grandi Eventi organizzati dalla Regione siciliana. Belcuore era uno dei diciassette arrestati del giugno scorso. Il Tribunale della Libertà aveva già concesso i domiciliari e ora il giudice per le indagini preliminari Luigi Petrucci ha accolto la richiesta di scarcerazione, dopo la memoria presentata dagli avvocati Claudio Gallina Montana e Mario Pavone. Per l'indagato, accusato di turbativa d'asta e corruzione, erano già cadute alcune ipotesi di reato. Al momento non può lasciare la Sicilia. Vengono ancora contestate l'avere avuto in dono tre bottiglie di vino pregiato dal valore di 3 mila euro e un IPad.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati