Ddl antiparentopoli, Crocetta: un bene sancire le norme per incompatibilità

Sicilia, Politica

PALERMO. «Sancire quadro di incompatibilità ed ineleggibilità, per coloro che occupano
cariche pubbliche è gesto di grande democrazia e trasparenza». Lo afferma il presidente della Regione, Rosario Crocetta, commentando il ddl antiparentopoli.


«In relazione ai dubbi che alcuni hanno sollevato sulla competenza del governo a potere predisporre leggi che riguardano i comportamenti dei parlamentari - aggiunge - il ddl sottoposto all'approvazione dell'Ars, regolamenta i comportamenti innanzitutto del presidente della giunta di governo, dei dirigenti, funzionari della Regione in società partecipate e di enti che hanno rapporti economici con la Regione stessa. Ed è all'interno di questa logica che le incompatibilità e ineleggibilità vengono estese anche ai deputati regionali».


«Il ddl attuale ha subito diverse modifiche nel rapporto dialettico tra governo e parlamento e tiene conto di alcune posizioni espresse da tutti i gruppi politici. - conclude - Sancire infatti, il quadro di incompatibilità ed ineleggibilità, per coloro che occupano cariche pubbliche, ritengo sia un gesto di grande democrazia e trasparenza. Mi auguro che lunedì possa
essere adottato da tutti i gruppi politici».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati