Niente sorprese? Scegliete un buon installatore

Dopo aver acquistato un buon condizionatore è necessario pensare anche all’installazione. E’ un’operazione importantissima, qualche passaggio sbagliato potrebbe provocare infatti una rottura precoce del dispositivo. «Prima dell’apertura dei centri commerciali più persone si rivolgevano ai professionisti per il montaggio dei condizionatori - afferma Letizia Ceseroni di Climart di via Nicolò Mineo a Palermo – adesso la gente pensa di potersi arrangiare risparmiando parecchi euro. Molti si rivolgono infatti ai muratori che pensano di saper fare anche l’installazione. A lungo andare però si possono presentare diversi problema. Il più comune è la creazione della condensa all’interno dell’unità interna con conseguente perdita di acqua. Così si possono danneggiare anche le pareti. Oppure può succedere che si verifichino in poco tempo delle perdite di gas».
Anche i punti vendita di elettrodomestici offrono il servizio di installazione curato da esperti del settore. «Chi acquista da noi e non sa a chi rivolgersi per l’installazione del dispositivo può fidarsi dei nostri tecnici. Il servizio aggiuntivo costa 120 euro più il prezzo del prodotto», affermano dal punto vendita Grande Migliore di lungomare Dante Alighieri a Trapani. «Quasi tutti i negozi offrono questo tipo di servizio – affermano dal punto vendita Pistone di via Ugo La Malfa a Palermo – così tutti i dubbi del cliente vengono soddisfatti e il montaggio viene fatto da esperti del settore».
Una volta deciso chi si occuperà di montare i condizionatori bisognerà scegliere i punti della casa in cui metterli. «Tradizionalmente si sceglie la cucina, il salotto e le stanze da letto – afferma l’architetto Mario Arcuri – per avere una migliore resa del prodotto e anche un risparmio energetico è necessario che ci siano degli infissi che non lasciano passare spifferi. Si possono tenere anche le porte chiuse per minimizzare al massimo la dispersione dell’aria fresca». Un ottimo alleato per questo intento sono anche le tende scure. Non fanno passare la luce del sole e quindi anche la stanza si raffredda in meno tempo. Si tende inoltre ad installarli vicino a finestre o balconi per rendere più semplici i collegamenti tra unità interna e quella esterna. Inoltre, soprattutto quando si decide di metterli in camera da letto è necessario non puntare il dispositivo in corrispondenza del punto in cui si dorme perché pochi minuti dopo l’esposizione all’aria fredda si sentirebbe la necessità di spegnere il dispositivo.


SA. RA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati