A Palermo disabili protestano davanti l'Ars

PALERMO. Circa duecento persone tra disabili non vedenti, responsabili e dipendenti dell'Istituto italiano dei ciechi con cappellini gialli e fischietti stanno protestandoa Palermo davanti a Palazzo dei Normanni, sede dell'Ars, per dire no allo stop dei finanziamenti regionali. Sono tre le strutture che operano nell'isola, il Consiglio regionale del Uic, la stamperia Brail e il centro regionale Helen Keller, consentono l'assistenza a 90 mila ipovedenti e 35 mila ciechi siciliani e occupano complessivamente 60 persone.  I manifestanti gridano «Vergogna, Crocetta ci hai messo in croce» e slogan contro il governo.
«La Regione siciliana con la legge 4 del 2001 ha delegato all'istituto dei ciechi - dice il commissario straordinario della sezione dei Trapani Pietro Catalano - l'assistenza a questi disabili. Senza risorse c'è il rischio che dal primo settembre ciechi e ipovedenti non avranno assistenza mentre i 60 dipendenti che lavorano nelle tre strutture rischiano di restare senza lavoro. Lo scorso anno sono stati stanziati 6 milioni di euro complessivamente, per quest'anno invece nulla».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati