Al Salina Festival premio alla memoria di Peppino Impastato

SALINA. “Un'edizione particolarmente 'allegra' e partecipativa, accompagnata da un indispensabile e prezioso supporto da parte delle istituzioni locali. Questo mi rafforza nel proseguimento della manifestazione che fin da ora intendo mantenere salda al tema dell'incontro e alla promozione della cultura della legalità”. Così il direttore artistico Massimo Cavallaro, a conclusione del Salina Festival CinemaMareMusica 2013, giunto alla settima edizione. Dalla rivisitazione di Pennac ad opera di Angelo Campolo ai concerti di Sofia Ribeiro e Bartolomeo Barenghi, dall'antico arbereshe di Francesco Mazza ai suoni di Maurizio Curcio e de I Percussonici, il Salina Festival ha presentato un susseguirsi di inediti incontri, compreso quello con la magnifica natura dell'isola (passeggiate sonore del progetto Parco acustico) per giungere alla serata di chiusura dedicata al premio  CineMareMusica - scultura di Sergio Santamarina – idealmente consegnato a Peppino Impastato e ritirato dal fratello Giovanni, presente Pif, ideatore e conduttore de ''Il Testimone'' e autore, interprete e regista del film ''La mafia uccide solo d'estate'' (nelle sale italiane dal 28 novembre).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati