Gela, omicidio Nastasi: uccisa con 4 colpi di pistola

GELA. La donna assassinata domenica scorsa nelle campagne di Gela, Maria Nastasi, è stata uccisa a Gela con quattro colpi di pistola: la conferma è arrivata dall'autopsia, eseguita dal medico legale Cataldo Raffino.
Tre colpi hanno raggiunto la vittima al viso, all'altezza della mandibola, del mento e della guancia e uno al petto.
La vittima è stata uccisa dal suo convivente, Salvatore Greco, un sorvegliato speciale, che dopo il delitto si è suicidato, a pochi chilometri di distanza, esplodendosi un colpo in testa.
I due avevano intrecciato una relazione sentimentale nel marzo
scorso.
Tre giorni prima della tragedia i due avevano avuto un alterco e lui si era allontanato da casa. L'uomo temeva di essere tradito. La tragedia si è consumata al culmine dell'ennesima
lite.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati