Calici e piatti: parmigiana estiva abbinata ad un bianco

PALERMO. Va da sé che in estate il vino bianco sia quello più adatto da sorseggiare nelle calde serate, durante l’ora dell’aperitivo o al termine di una lunga giornata dal sapore di sale. Per il winemaker del Feudo Principi di Butera, Claudio Galosi, la scelta migliore è l’Insolia: «Si abbina perfettamente alla cucina tipica siciliana a base di pesce – esordisce –. In particolar modo, lo servirei insieme a tutti gli antipasti della tradizione culinaria isolana, dall’insalata di polpo alle sarde, o con una pasta ai ricci di mare». Un bianco, però, senza dubbio si sposa anche con carni pregiate e più corpose come quella del tonno.

«In questi giorni più caldi, in azienda – continua Galosi –, ai nostri ospiti offriamo un’altra specialità che è ottima se accoppiata all’Insolia, una sorta di parmigiana estiva». Si tratta di una «torretta di melanzane, non fritte ma cotte alla griglia, che a strati si alternano con mozzarella e pomodoro pachino. Tutto servito a freddo. Nel mondo enogastronomico – conclude il winemaker – è bello scoprire, è importante provare accostamenti anche bizzarri». «Abbiamo sempre pensato che la Sicilia fosse principalmente una magnifica terra da vini rossi – aggiunge Domenico Zonin – e per questo abbiamo puntato molto sul Nero d’Avola. Col tempo, però, abbiamo scoperto che è perfetta anche per i grandi bianchi, specialmente l’Insolia». P. Pi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati