Sicilia, Archivio

Caltanissetta, pronto soccorso in piena emergenza

CALTANISSETTA. Il fronte di protesta contro i tagli dei voli serali e notturni dell'Elisoccorso, rompe gli argini territoriali della provincia allargandosi nelle due province più vicine: quella di Agrigento e quella di Enna. Appena nato, il comitato interprovinciale per la difesa della salute dà vita al suo primo incontro. Questo pomeriggio ad Agrigento infatti, al Palazzo dei Filippini, l'ex Collegio San Filippo Neri, si svolgerà una conferenza promossa appunto dal Comitato Interprovinciale per la difesa della Salute, al fine di scongiurare il taglio delle ore notturne di attività dell'Eliambulanza in servizio nel capoluogo nisseno. All'incontro, previsto per le 16,30, interverranno i sindaci dei capoluoghi delle tre province coinvolte: Marco Zambuto di Agrigento, il primo cittadino ennese Paolo Garofalo e non mancherà Michele Campisi. Inizialmente la conferenza straordinaria si sarebbe dovuta tenere in città, ma poi è stato deciso per un cambio di location, puntando su Agrigento. Oltre ai rappresentanti del mondo della politica e delle singole comunità, si attende la massiccia partecipazione degli operatori della sanità: coloro che- assieme ai sindacalisti delle diverse organizzazioni- sono stati i primi a lanciare l'allarme. Bisogna riconoscere che la genesi di questo movimento di contestazione alla decisione della Regione Siciliana, può essere ritrovata nel Nisseno. Portavoce del Comitato interprovinciale è ad esempio Emanuele Capodicasa, medico in servizio al Sant'Elia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati