Tra pizzi e inserti neri: la leggenda di Vera Wang

Se le proposte dei siciliani per il giorno delle nozze, sia che si ispirino ai fasti della nobiltà novecentesca sia che si orientino verso la sperimentazione, si allontanano dal mood tipico della sicilianità, c’è una stilista d'Oltreoceano, il cui cognome è Wang di chiare origini orientali, che nelle sue proposte per il 2014 sembra influenzata dalla tipicità isolana con tanti pizzi e addirittura con inserti neri nel più candido degli abiti per antonomasia. Vera Wang, sessantenne, statunitense di nascita ma di aspetto e antenati cinesi, specializzata in wedding dress, non è nuova ai colpi di scena. Nelle scorse collezioni aveva già osato con qualche richiamo il rosso, colore tabù per le nozze, nemico dell’innocenza a cui si associa l’immagine della sposa, ma il nero nella nuova linea è ovunque. Lunghi guanti, scolli di seta e di pizzo su abiti color avorio a sirena, fiocchi, fasce, applicazioni floreali e persino bouquet, tutto nero. Una collezione dark e minimalista con abiti dalle linee semplicistiche e fluide, lunghi o corti e vaporosi e caratterizzati dall’assenza delle maniche. Una eleganza sofisticata e di grande effetto, ideale per le passerelle con difficili riscontri nelle cerimonie della gente normale. «Della Wang – dicono da Le Gi di Valentino, esclusivista per Palermo – abbiamo venduto due anni fa un abito verde, ma nero chissà, qui piace il bianco». MI. AV.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati