Panineria offendeva vittime di mafia: oscurato il sito web

Il giudice Falcone? «Grigliato come un salsicciotto». Interviene il ministero degli Esteri: «Parole inaccettabili»

ROMA. «Il sito della panineria viennese che offendeva la memoria di Falcone è stato oscurato»: è l’associazione Rete 100 passi a esultare sul suo sito internet per aver ottenuto un primo risultato contro l'utilizzo, da parte del locale «Don panino» di Vienna, di nomi delle vittime di Cosa nostra per la vendita di alcuni sandwich. «Avevamo immediatamente manifestato il nostro sdegno - scrive in una nota Danilo Sulis di Rete 100 passi - a seguito di una telefonata di sollecitazione che ci indicava una petizione lanciata nel mese di maggio, da residenti italiani a Vienna. Dopo aver visionato il sito e il fan club su Ffacebook abbiamo lanciato la petizione. Da una verifica fatta da un nostro amico a Vienna abbiamo anche saputo che il locale è fisicamente alla ricerca di una nuova collocazione mentre vendita e propaganda continuavano via internet».

Il caso aveva indignato cittadini e Istituzioni: Peppino Impastato, l'attivista di Cinisi massacrato da cosa nostra nel 1978, era definito «un siciliano dalla bocca larga, cotto in una bomba come un pollo nel barbecue», mentre il giudice Giovanni Falcone, assassinato a Capaci nel 1992 era diventato «il più grande rivale della mafia di Palermo, ma purtroppo sarà grigliato come un salsicciotto».

La vicenda ha scatenato egualmente una pioggia di reazioni, fino ad approdare negli uffici della Farnesina. Il ministero degli Esteri, attraverso l'incaricato dell'ambasciata italiana a Vienna, ha infatti definito «inaccettabile» e «offensivo» l'utilizzo in maniera distorta di nomi di persone che si sono distinte nella lotta a Cosa nostra.
Diverse poi le petizioni on line e le richieste di intervento da parte della società civile. Col risultato che il sito è stato oscurato e i proprietari, che già erano in difficoltà, adesso pare stiano cercando nuovi locali per cambiare aria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati