La vena artistica della figlia più piccola di Riina

PALERMO. La figlia più piccola del boss di  Cosa nostra Salvatore Riina, Lucia, 33 anni, ha scoperto la  propria vena artistica e si è data alla pittura. Ha aperto  anche una galleria virtuale www.luciariina.com dove espone e  vende le proprie opere, soprattutto pesci multicolore.     Occhi chiari, bel viso incorniciato dai capelli lisci neri  come la madre Ninetta, sorella del boss e killer Leoluca  Bagarella, Lucia Riina pubblicizza la sua attività, e la sua  mostra inaugurata ieri, anche su Facebook, mettendoci la faccia  senza timore o vergogna di presentarsi: «Mi chiamo Lucia Riina  - scrive - sono la figlia più piccola di Salvatore Riina e  Antonina Bagarella, sorella più piccola di Maria Concetta,  Giovanni e Giuseppe Salvatore, quindi anche nipote di Leoluca  Bagarella».   


«La mia  - continua - è un'affermazione di identità perchè  credo che ogni essere ha il diritto e il dovere di amare i  propri genitori e la sua famiglia. La mia passione per i colori,  il disegno e la natura, è nata con me, ed è stata coltivata da  autodidatta. Da bambina ero aiutata da mamma e papà, che mi  procuravano sempre e ovunque colori, matite, album ecc..».     Sul sito d'arte spiega: «Nel '93 quando sono arrivata a  Corleone, avevo 12 anni, mi sono trovata catapultata in un mondo  ed una realtà per me del tutto nuova; la scuola, la società, il  paese, tutto nuovo. Però ho sempre continuato a coltivare la  mia passione: il disegno. Certo non sono potuta andare al Liceo  Artistico che si trova a Palermo, perchè a quell'età ed in  quella situazione non potevo andare a studiare così lontano da  casa, ciò nonostante ho continuato a coltivare la mia  passione».    


Lucia Riina dipinge animali, ed è evidente la sua passione  per i pesci che sono disegnati in varie forme e dipinti con  colori molto accesi. Sul sito quasi tutte le opere riportano il  cartellino «venduto» e, scrive Lucia, «una parte del ricavato  sarà devoluta all'associazione internazionale Save the  children.     Insieme a mio marito - scrive su Fb - abbiamo pensato di  fare diventare la mia passione un lavoro, che mi dia la  possibilità di esprimere un significato positivo della vita, e  della natura come madre di ogni essere. La mia mostra, vuole  semplicemente esprimere gioia di vivere e libertà attraverso la  scelta di soggetti e colori che ne rievocano il senso.  Non mi sento una grande artista, ma solo una persona che usa i  colori per esprimere se stessa. Le mie creazioni sono tutte  realizzate su tavolette in legno, disegnate e dipinte a mano,  con colori acrilici. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati