Sanità, piano a Gela per aree a rischio ambientale

GELA. La giunta di governo riunitasi oggi a Gela, ha deliberato la definizione di un piano straordinario, che verrà elaborato dall'assessorato alla Salute, per il potenziamento della rete sanitaria nelle aree ad alto rischio ambientale in quanto sede di insediamenti industriali. Lo rendono noto il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta e l'assessore regionale alla Salute Lucia Borsellino. «Il piano - spiegano - darà il via all'attuazione di quanto previsto dall'articolo 6 della legge regionale 5 del 2009, che prevedeva, interventi mirati per la gente che abita in quei territori, per via dell'alta incidenza delle patologie connesse alle condizioni ambientali tra le quali, in particolare, le patologie oncologiche, eurodegenerative, malformazioni e disturbi dello spettro autistico». Attraverso il piano, verranno destinate risorse specifiche per implementare gli strumenti di sorveglianza epidemiologica, strategie di prevenzione di massa come gli screening di popolazione e la cura delle patologie prevalenti nelle aree interessate, comprese tra Gela, Priolo e Milazzo, ma anche la presa in carico degli ex esposti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati