Sicilia, Politica

Crocetta: "Deputati portavano delle escort in una sede del Ciapi"

PALERMO. Il Ciapi (ente di formazione  della Regione) aveva una sede a Buenos Aires dove, mi dicono, i  deputati portavano le escort». A lanciare il sospetto dell'uso  spregiudicato degli enti pubblici è il governatore della  Sicilia, Rosario Crocetta, parlando di sprechi e privilegi di  fronte ai delegati della Uil a congresso a Palermo.     «Anche questo fa parte della miseria di questa Regione - ha  detto - lo stesso ente ha utilizzato 20 milioni di euro per  pubblicizzare i corsi di formazione, spendendo dunque per  pubblicità più di quanto abbia speso per i corsi».   In finanziaria il governo aveva proposto una norma per la  soppressione del Ciapi di Palermo.

Crocetta ha poi parlato anche della tabella H: «Se dobbiamo dare 20 milioni agli  amici dei politici o per finanziare deputati, io non ci sto. La  corruzione deve finire, abbiamo agito fortemente risparmiando un  miliardo di euro, tagliando privilegi e finanziamenti  inopportuni e su questa strada proseguiremo», ha detto parlando  dei fondi per la tabella H (24 mln a enti e associazioni) e  sostenendo di avere «difficoltà a interloquire con la classe  politica».     In Sicilia la 'manciugghià deve finire - ha detto - Questo  sistema per cui venivano finanziati nella tabella H le  associazioni che stavano negli uffici e nelle sedi dei  parlamentari deve finire«.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati