Province, la Uiltucs: "Intesa con la Regione per salvare i lavoratori"

PALERMO. L’assessore regionale alla Funzione pubblica, Patrizia Valenti, si è impegnata a chiedere al governo nazionale una proroga alla norma che prevede entro l’anno la privatizzazione o la liquidazione delle società partecipate dalle Province che non rispondono a criteri di economicità”: lo afferma Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Uil Sicilia, che oggi ha incontrato all’Ars l’esponente del governo. “Domani – prosegue Flauto – in commissione Bilancio all’Ars chiederemo anche di garantire le somme per i lavoratori delle partecipate delle Province.

La soppressione di questi enti in Sicilia richiede più tempo per trovare soluzioni in favore dei dipendenti. Il ministero potrebbe concedere una proroga di sei mesi che sposterebbe al 30 giugno 2014 la data ultima per la liquidazione delle società”. Flauto spiega che “chiederemo alla Regione un incontro per inserire nell’ambito della soppressione delle Province, una norma che garantisca i livelli occupazionali. Anche perché vogliamo ricordare che società come la Palermo Energia, risponde a condizioni economicità e addirittura presenta prezzi sotto la soglia fissata dalla legge. Se otterremo in tempi brevi una proroga – conclude Flauto – potremo ridare ai lavoratori delle Province una di serenità che ci consentirà di lavorare più serenamente per trovare una soluzione a garanzia di tantissimi posti di lavoro”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati