Vicenza, si butta dalla finestra per evitare sfratto: muore in ospedale

Galdino Dalla Barba, 66 anni, viveva da solo nell'appartamento concessogli da molti anni dall'amministrazione comunale. Alla vista dell'ufficiale giudiziario, Dalla Barba non ha detto una parola, ha solo spiegato di dover andare in bagno. Poi il lancio nel vuoto

VICENZA. Galdino Dalla Barba, 66 anni, viveva da solo nell'appartamento concessogli da molti anni dall'amministrazione comunale. La moglie era infatti morta da tempo e con i familiari più stretti i rapporti si era raffreddati. «Sono frastornato - commenta il sindaco - lo conosco da una vita, non aveva mai voluto lavorare nè pagare l'affitto dell'alloggio». Lo sfratto, spiega ancora Boschetto, si era reso necessario sia per la persistente morosità sia perchè l'amministrazione municipale aveva intenzione di concedere la casa ad un altro grave caso in città, quello di una ragazza di 19 anni rimasta da sola con due figli piccoli da accudire. «Gli avevamo più volte proposto di trasferirsi nell'albergo cittadino gestito dalla Caritas, avremmo pagato noi la pigione - dice ancora - ma non ne aveva voluto sapere». Stamane, alla vista dell'ufficiale giudiziario, Dalla Barba non ha detto una parola, ha solo spiegato di dover andare in bagno. Poi il lancio nel vuoto e la corsa disperata dei sanitari in ospedale, dove l'uomo è morto dopo poco tempo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati