Discarica satura, allarme per 88 comuni: la Regione autorizza un altro sito

Le società che raccolgono la spazzatura nei comuni delle province di Catania, Enna, Siracusa e Ragusa potranno conferire i rifiuti nella discarica Sicula Trasporti del capoluogo etneo. La decisione è valida fino al prossimo 8 maggio

CATANIA. L'assessorato regionale all'Energia ha firmato ieri sera un decreto che autorizza le società che raccolgono la spazzatura in 88 Comuni delle province di Catania, Enna, Siracusa e Ragusa a conferirli nella discarica Sicula Trasporti del capoluogo etneo. La decisione, valida fino al prossimo 8 maggio, è stata adottata dopo una valutazione dell'assessore Nicolò Marino sull'emergenza che si sarebbe venuta a creare dopo l'annuncio che la discarica in cui sarebbero dovuti essere conferiti i rifiuti raccolti è stata chiusa perchè satura. A lanciare l'allarme era stata la stessa società, la Oikos Sps, che, in una nota, annunciava come «in attesa del nulla osta all'apertura del nuovo sito di discarica, già autorizzato con decreto dell'assessorato regionale Territorio e Ambiente comunica la chiusura alle 13 (di ieri, ndr) del sito di contrada Tiritì (a Motta Sant'Anastasia, nel Catanese, ndr.) per raggiungimento della capacità residua autorizzata di abbancamento rifiuti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati