Palermo, villa di Case Rocca tra rifiuti e cani senza guinzaglio

Mi sono recata con i miei due bambini di 6 e 10 anni, al parco adiacente lo Stadio delle Palme. Credetemi è una vergogna. Il parco è totalmente abbandonato. E' pieno di cartacce, i cestini stracolmi di spazzatura, l'erba secca e a tratti anche alta. La cosa che poi mi ha sconvolto ancora di più è stato vedere il prato dove corrono e giocano i nostri bambini pieno di escrementi di cani. I padroni che lasciano liberi i loro cuccioli e noi mamme a togliere la "cacca" dai pantaloni e dalla palla dei bambini. E' un gesto di estrema inciviltà, sottolineo e preciso che io adoro i cani, ma penso che sia corretto che abbiano i loro spazi. A conferma di questo, proprio mentre ero lì, un cane, lasciato libero di giocare con un altro cucciolo, ha perso il controllo e ha addentato il braccio di una bambina molto piccola, per fortuna niente di serio, ma vi lascio immaginare la paura della bimba e della mamma. Così come a Villa Trabia o al parco Cassarà, è necessario creare delle zone dove i nostri amici a quattro zampe possano divertirsi senza in alcun modo creare disagi ai nostri bambini. Inoltre ritengo che i padroni spesso sono dei gran cafoni e non sanno cosa significa vivere in un paese civile. Se dovessi ritrovarmi ad andare al prato, giuro che chiamerò la polizia municipale e poi si vedrà.
Silvana Cataldo, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati