Mercato settimanale tra caos e crisi: calano gli ambulanti

Diminuiscono del trenta per cento le bancarelle a Pian del Lago soprattutto tra gli alimentaristi

CALTANISSETTA. Altra giornata da dimenticare al mercatino settimanale di Pian del Lago. Ieri, per fortuna, non pioveva ma il caos era imperante in una rassegna dove l'assenza degli spazi di terra scomparsi da mesi stanno provocando disagi agli stessi operatori e ai vigili urbani chiamati a "sovrintendere" alle operazioni preliminari.
Con l'inevitabile conseguenza che bancarelle e furgoni sono stati piazzati dove e come capitava, con l'invasione di stalli precedentemente assegnati ad altri.
Confusi anche i visitatori (un po' più del solito rispetto alle scorse settimane)del mercatino che anche ieri ha fatto registrare forti assenze, oltre il venti per cento, fra gli stessi operatori. Vuote, per intero, le seste file della rassegna. Un simile contesto ha azzerato anche le punte di abusivismo; i vigili hanno prontamente rimpiazzato gli assenti con chi era in possesso della sola licenza a vendere.
Del mercatino di Pian del Lago la Confesercenti da mesi invoca - inutilmente - un riordino a partire dalle strisce di terra. Stessa richiesta era partita dal comandante della polizia municipale dopo un sopralluogo effettuato mesi addietro, ma la situazione è rimasta pressochè inalterata, contestualmente cominciano a levarsi proteste per i cumuli di spazzatura lasciati nel grande spiazzo antistante lo stadio.
Una situazione che costringe gli operai di Caltambiente a fare gli straordinari per ripulire il vasto spiazzale che ospita la rassegna settimanale la cui allocazione, a breve potrebbe cambiare come ha ampiamente anticipato il sindaco. stanco delle polemiche scatenate dai comitati di quartiere per la differenziata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati