Mercatino, proteste per l’immondizia

Crociata contro la mancanza della segnaletica orizzontale, che non permette di risalire ai venditori ambulanti che sporcano

CALTANISSETTA. Riflettori puntati sul mercatino dove la differenziata non si può fare perchè non ci sono le strisce di terra e in mancanza di queste i vigili urbani non possono controllare e sanzionare. Ad accenderli il coordinamento dei comitati di quartiere che ha dedicato all'argomento (ovvero la differenziata al mercatino del sabato) l'assemblea di giovedì a San Luca alla quale erano stati invitati anche sindaco e comandante la polizia municipale impossibilitati a partecipare per altri impegni. Presenti anche esponenti dell'Ato, Caltambiente e due operatori ecologici. «L'incontro - ha spiegato in una nota il coordinatore dei quartieri Carlo Campione - è servito ad affrontare i problemi del mercatino dove la differenziata non si può fare. Pare che gli esercenti non possono essere individuati dai vigili urbani e quindi sanzionati, perchè mancano le strisce che delimitano gli spazi destinati alla vendita. Un problema di facile soluzione: basterebbe affrontarlo». Il sindaco Michele Campisi, anticipando una mini rivoluzione al mercatino di Pian del Lago con la ricollocazione delle bancarelle ("ma di questo parleremo diffusamente fra qualche giorno" ha detto) ha dichiarato la differenziata e la raccolta dei rifiuti solidi urbani non è un problema che riguarda solo la rassegna del sabato ma l'intera città.
«Il problema di fondo - ha rilevato il sindaco - è che i nisseni sono disabituati alla differenziata. La mia idea: avviare la differenziata porta a porta nei quartieri storici e settorializzarla per fasce orarie negli altri rioni. Debbo però che sono un po' incavolato con il comitato di quartieri. Hanno il vizio di convocare sindaco e comandante dei vigili urbani sapendo che quel pomeriggio eravamo entrambi impegnati con la lectio magistralis del vescovo. Quel giorno era morto pure un giovane vigile urbano. Capisco che fanno politica ma mostrano di avere scarso rispetto per le istituzioni, ci si poteva organizzare diversamente anche perchè la mia disponibilità ad affrontare i problemi cittadini è piena». Il coordinamento dei quartieri ha annunciato l'attivazione dell'ecomobile in quindici comuni e partire dal 15 maggio e l'organizzazione di una olimpiade sulla differenziata fra i bambini impegnati nei grest parrocchiali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati