Muos, attivisti impediscono l’accesso alla base a operai e tecnici

Continuano in contrada Ulmo i blocchi davanti alla base della Marina Militare Usa. Il Gruppo comunicazione del Coordinamento regionale dei comitati ha reso noto che "mezzi scortati dalle forze di polizia hanno cercano di entrare e che sono riusciti a respingerli"

NISCEMI. Continuano stamane in contrada Ulmo a Niscemi i blocchi degli attivisti 'No Muos' per impedire l'accesso di uomini e mezzi nella base del Muos della Marina Militare Usa. Il Gruppo comunicazione del Coordinamento regionale dei comitati No Muos ha reso noto che stamane "mezzi scortati dalle forze di polizia hanno cercano di entrare nella base" che gli attivisti "sono finora riusciti a respingere gli operai e i tecnici".
Nessun operaio è entrato nella base Ulmo della marina militare Usa di Niscemi, in provincia di Caltanissetta. Lo sottolineano fonti investigative sul posto, precisando che nella struttura sono arrivati dei marines statunitensi. Due operai di Niscemi, un giardiniere e un elettricista, impegnati in manutenzioni nella struttura, non stati fatti entrare. La colonna militare, ricostruiscono gli investigatori, è stata bloccata da una quindicina di persona tra attivisti 'No Muos' e dei comitati 'Mamme di Caltagirone' e 'Mamme e nonne di Niscemi'. Dopo una trattativa durata quasi due ore, alcune persone che si erano sdraiate per terra sono state spostate per fare passare il convoglio militare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati