Regione, depositato maxiemendamento sulla Finanziaria: manovra da oltre 2 miliardi

Con la manovra il governo recupera 2,12 miliardi per il 2013 che vengono utilizzate per coprire le spese non previste nel bilancio pari a 2,11 miliardi determinando così un saldo positivo netto da impiegare di 12,4 milioni

PALERMO. Il governo Crocetta ha appena depositato all'Assemblea il maxi emendamento alla legge di stabilità. Complessivamente la manovra ammonta a 996,89 milioni di euro di maggiori entrate e a minori spese per 1,13 miliardi di euro, riequilibrando il bilancio. Con la manovra il governo recupera 2,12 miliardi per il 2013 che vengono utilizzate per coprire le spese non previste nel bilancio pari a 2,11 miliardi determinando così un saldo positivo netto da impiegare di 12,4 milioni. Il maxi emendamento è composto da una settantina di articoli. Il governo interviene in vai settori. Ci sono i fondi per la proroga dei precari degli enti locali fino al 31 luglio e le risorse per i comuni. Trovati i fondi anche per i precari della Protezione civile, del dipartimento acque e rifiuti e per i dipendenti dei Consorzi di bonifica, Abrogata la norma per il finanziamento del Cerisdi e del Ciapi di Palermo i cui dipendenti passeranno al Ciapi di Priolo. Confermato il ricorso al mercato con un mutuo da 360 milioni di euro fondi che serviranno a coprire parte del disavanzo da un miliardo registrato nell'esercizio 2012. Rimangono ma con vengono ridotti i fondi per la cosiddetta ex tabella H, con un appostamento di 25 milioni. Rispetto al passato i contributi saranno assegnati con decreto del presidente della Regione e non con norma di legge.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati