Tra le mete il museo nato ai piedi dell’Etna

Situato all'interno delle centro fieristico-culturale «Le Ciminiere» ed esteso su un'area di 900 mq, il Museo è stato costruito come una sorta di casa, in cui ogni stanza rappresenta un tema

PALERMO. All'interno degli itinerari cinematografici, tappa fondamentale di un vero cinofilo è senza dubbio un Museo del Cinema. Ancor meglio se a custodirlo è una città ricca di storia del cinema e di bellezza paesaggistica come Catania, legata alla settima arte con oltre 250 film girati nella città siciliana e nella relativa provincia. Situato all'interno delle centro fieristico-culturale «Le Ciminiere» ed esteso su un'area di 900 mq, il Museo è stato costruito come una sorta di casa, in cui ogni stanza rappresenta un tema e racconta la storia delle produzioni cinematografiche nazionali e internazionali del mondo in celluloide. Nelle stanze di questa abitazione, gli arredi inglobano monitor su cui si avvicendano scene di film e nel garage dell'abitazione, per esempio, si può assistere a scene d'inseguimenti polizieschi dei più belli film d'azione di tutti i tempi. Il percorso espositivo propone al pubblico documenti, apparecchiature e strumenti di riproduzione riguardanti l'arte cinematografica, le sue tecniche e la sua storia, con particolare riguardo alla relazione tra il cinema e la Sicilia. Il Museo del Cinema di Catania è aperto tutto l'anno: la stagione estiva, che va dal 1° giugno al 31 ottobre, vede l'apertura al pubblico dalle 10 alle 18, mentre per la stagione invernale, che va dal 1° novembre al 31 maggio, il Museo è aperto dalle 9 alle 17. E.M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati