Prandelli: "Buffon un grande, Balo più responsabile"

Il ct azzurro commenta le parole di Beckenbauer che aveva definito un "pensionato" il portiere della Juventus: "Gigi gli ha risposto benissimo, con grande equilibrio". Poi su Balotelli, per il Time uno dei cento uomini più influenti del 2012: "Da lui segnali positivi, non è merito mio"

ROMA. «Beckenbauer e Buffon? Gigi ha risposto benissimo, con grande equilibrio, con grande ironia, e poi i pensionati sono persone sagge. Al di là delle battute, Gigi ha dimostrato e dimostrerà una grande risposta, poi è il campo che deciderà sempre tutto». È l'opinione del ct della Nazionale, Cesare Prandelli, sul portiere juventino e azzurro, Gigi Buffon, definito «un pensionato» dal presidente onorario del Bayern Monaco, Franz Beckenbauer, dopo il primo gol incassato dal bianconero nell'andata dei quarti di Champions League. E a cui lo stesso Buffon aveva risposto con ironia dicendo «non posso dargli torto». Il commissario tecnico, presente oggi alla presentazione del Report Calcio 2013 svoltasi a Roma ha quindi definito la sfida con i bavaresi «una partita ancora aperta, molto aperta».


«Balotelli tra i cento uomini più influenti al mondo? Ho letto anche io, la reazione sua è stata quella di chiamare la mamma e questo è già un segnale molto molto positivo. Coinvolgere i familiari, un premio bellissimo, e adesso avrà anche un po’ più di responsabilità. Merito mio? No, assolutamente», ha detto Cesare in merito alla classifica stilata dal settimanale statunitense Time, che ha inserito l'attaccante milanista tra le cento persone più influenti del mondo nel 2012.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati