«Tagli» ai costi della politica: Zummo si riduce l’indennità

CALTANISSETTA. Il presidente del consiglio comunale Calogero Zummo preme sull’acceleratore della riduzione dei costi della politica ritirando la proposta di delibera di autoriduzione dell’indennità e affidandola al dirigente che provvederà in autonomia. Una accelerazione improvvisa per dare un segnale di concretezza ai colleghi consiglieri che nella prossima seduta del consiglio, che si terrà dopo la parentesi della festività Pasquali, dovrebbero esaminare le due proposte di delibere che riguardano al riduzione del valore dei gettoni di presenza nelle sedute di commissioni e di consiglio e la riduzione del numero delle sedute di commissioni. Cosa diversa è la delibera per la riduzione dell’indennità dello stesso presidente Zummo. Per accelerare ancora l’iter dell’attuazione dello spending rewiev nell’ambito del consiglio, Zummo qualche giorno addietro, ha ritirato la proposta di delibera per sottrarla al dibattito ed all’esame del consiglio e ha affidato la stessa proposta al dirigente del settore Affari Generali che con propria determinazione determinerà la riduzione della indennità di funzione del presidente del consiglio di circa il venti per cento in aggiunta a quella riduzione prevista per legge che sarà applicata a tutti coloro che rivestono incarichi politici. Attualmente il valore dei gettoni di presenza sia delle consiliari che delle commissioni è di 52 di euro. Il limite effettivo di riduzione del valore dei gettoni sarà determinato, in sede di dibattito, dai consiglieri, nella prossima seduta. Spetterà in seguito all’amministrazione comunale decidere a chi o come destinare le somme risparmiate. S.M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati