Perinetti: "Con la Roma serve più personalità"

Così il consigliere d'amministrazione del Palermo: "Dobbiamo tentare di fare il massimo. Purtroppo abbiamo perso punti con squadre che potevano sembrare alla portata"

PALERMO. "Dobbiamo tentare di fare il massimo. Era anche l'ultima possibilità contro l'Atalanta. Purtroppo abbiamo perso punti con squadre che potevano sembrare alla portata. Con la Roma diventa un passaggio obbligato. Sannino non è fortunatissimo, ha avuto Napoli e Lazio, adesso torna con Milan e Roma. La Roma forse è la squadra più in forma del momento, ha un Totti strepitoso e non dà riferimenti offensivi. Noi cerchiamo di recuperare Dossena, Miccoli e
Barreto". Lo ha detto questo pomeriggio in conferenza stampa Giorgio Perinetti, consigliere d'amministrazione del Palermo.

"L'atteggiamento deve essere come quello di Milano, con più intensità e con più personalità - ha proseguito -. Il pubblico ha sempre sostenuto la squadra, forse è mancato nel secondo tempo contro il Siena ma la squadra non è che meritasse un sostegno incessante. E' chiaro che inizia ad affiorare la delusione e a prendere corpo lo spettro di una retrocessione che era impensabile quest'estate". Perinetti parla anche del ritorno di Sannino e di quello che sarebbe potuto essere senza il suo esonero a inizio stagione. "Ero convinto della scelta - ha detto -, l'avevano proposto
Sogliano e Panucci, è stata una decisione unanime. Era l'allenatore giusto per un campionato di transizione con l'inserimento di giovani e il rilancio di certi giocatori. Un'opera molto difficile, perché non si poteva puntare su uno zoccolo duro. Senza nulla togliere a Gasperini e Malesani, credo che Sannino avesse le qualità giuste per affrontare questo tipo di campionato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati