Il potere in... palmo di mano La rivoluzione del Leap Motion

Dalla California arriva una soluzione innovativa che permetterà di controllare le attrezzature senza nessun tocco dell’utente

PALERMO. Leap Motion è una giovanissima start up californiana che ha fatto molto parlare di sé già dall’anno scorso grazie alla presentazione di un'innovativa tecnologia touchless (senza tocco). In grado di rilevare il movimento delle mani e anche delle singole dieci dita in un campo visivo di 150° con una velocità di 295 frame al secondo, che si traduce in una precisione del rilevamento del movimento di appena un centesimo di millimetro.
In questo modo Leap Motion è in grado di tradurre i gesti in altrettanti comandi che consentono di interagire con interfacce di programmi e sistemi operativi, ma anche con videogiochi o con altri software creativi, come ad esempio quelli che permettono di dipingere a mano libera. Quindi possono essere messi da parte tastiera, mouse o schermi touch, dovrebbero rimanere solo cenni delle dita in stile Minority Report. Se è questo il futuro dell'interazione umana col pc lo scopriremo a breve con l'arrivo di Leap Motion, tecnologia che ha catalizzato - per alcuni più dei Google Glass - l'attenzione di media e appassionati all'ultima grande fiera di settore, la South by Southwest (SXSW) in corso ad Austin, Texas. La novità è approdata per i test di esperti e smanettoni alla SXSW Interactive 2013, aggiudicandosi la menzione d'onore per i prodotti digitali pronti a fare tendenza. La stessa che l'anno scorso fu assegnata a Pinterest, il social media 'visual' che ha conquistato Barack Obama. La tecnologia che realizza a casa propria la 'visionè di Steven Spielberg in Minority Report sta tutta nel palmo di una mano: si tratta di un 'controller' simile a quelli usati dalle ultime console di videogiochi, solo più piccolo, che si collega a Pc e Mac tramite porta Usb, mentre sul computer si installa un programma ad hoc per il riconoscimento dei movimenti di mani e dita che funziona con i sistemi operativi Windows (7 e 8), Mac OS X (10.7 e 10.8) e prossimamente Linux.
Il software dedicato, promettono gli sviluppatori, rende la tecnologia cento volte più precisa nella rilevazione dei movimenti rispetto alle odierne console ludiche. La sensazione è quella di 'entrare’ nel computer con la mano per ruotare oggetti, fare lo zoom di foto o mappe, navigare online, disegnare, sicuramente giocare e perché no estrarre informazioni. Potrebbe sembrare fantascienza. Ma non è così. Il gioiellino tech ha un costo tutto sommato ragionevole (79,99 dollari, circa 62 euro al netto di tasse e spedizione) e andrà in consegna globale dal 13 maggio a chi l'ha preordinato online. Anche in Italia, come conferma via mail la società di San Francisco.
Negli Usa sarà nei negozi Best Buy dal 19 maggio. Ancora non sul mercato di massa ma già si pensa in grande. I suoi creatori - in primis i due cervelli David Holz (ex Nasa) e Michael Buckwald - sono al lavoro per integrare Leap Motion in altri dispositivi, dalle auto ai jet militari. Immaginando in un futuro non troppo lontano anche applicazioni in campo medico e chirurgico. Già sviluppate invece per l'uso col pc applicazioni per giocare o comporre musica, software per la produttività e la visualizzazione di dati. Prossimamente attese anche versioni ad hoc per Autodesk, Corel Painter, The Weather Channel e giochi famosi come il Cut the Rope di ZeproLab. All'attivo da gennaio la partnership con Asus.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati