Buco da un miliardo Crocetta: lo copriremo nel bilancio 2013

Il presidente della Regione: “Chi prende un impegno di spesa sapendo che quel capitolo non è coperto si assume una grossa responsabilità. Eviteremo un massacro sociale"

PALERMO. Il governo trasmetterà alla Corte dei Conti il fascicolo sul “buco” da un miliardo di euro riscontrato nel bilancio dell'anno scorso. Lo annuncia in conferenza stampa il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta. "Sono stati fatti degli impegni di spesa sulla base della competenza, ma in realtà le entrate sono state minori per cui si è creato un deficit", dice Crocetta. "La vicenda è particolarmente delicata - aggiunge il governatore - chi prende un impegno di spesa sapendo che quel capitolo non è coperto si assume una grossa responsabilità". Per evitare "una stangata" e un "massacro sociale" il governo Crocetta intende spalmare su dieci anni il buco finanziario. Poi però nel pomeriggio arriva la precisazione: ''Il governo della Regione intende coprire il buco da un miliardo di euro, trovato nell'esercizio precedente, già nel prossimo bilancio 2013". "Si tratta di una operazione coraggiosa e immediata - ha spiegato Crocetta - Temiamo che spalmare questo debito in più anni comporti problemi, a cominciare con le agenzie che potrebbero abbassare ulteriormente il rating della Regione (BBB+)". Crocetta parla di "tagli importanti nel bilancio", con l'inserimento nella legge di stabilità, il cui testo base é stato depositato in commissione Bilancio dell'Ars lo scorso gennaio, dei provvedimenti contenuti nel cosiddetto "pacchetto tsunami", una serie di disegni di legge, già varati dalla giunta, che saranno accorpati in finanziaria. "Chiederemo un atto coraggioso al Parlamento, vediamo chi lavora per l'interesse della Sicilia", dice Crocetta.

DOPPIO INCARICO DELLA BONAFEDE. “Doppio incarico assessore Bonafede? Penso sia inopportuno, lo dico con molta chiarezza". Così il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ha risposto ai cronisti che gli hanno chiesto un commento sulle critiche fatte da Franco Battiato in qualità di presidente della Fondazione orchestra sinfonica siciliana alla gestione dell'ente, di cui è soprintendente Ester Bonafede, che è assessore al Lavoro nella giunta Crocetta. Il governatore ha sottolineato che "Bonafede è stata l'incaricata alla Foss prima di diventare mio assessore". "E' un bravo assessore - ha aggiunto - spero che chiarisca questa inopportunità". E ha concluso: "Comunque non c'é alcuna polemica, Battiato ha espresso il suo pensiero, questo è un atto di democrazia. Ogni assessore è libero di dire quel che vuole, poi la giunta decide".

CASO 118. La Regione siciliana ha ottenuto un risarcimento di 11 milioni di euro nell'ambito della vicenda del 118. Lo ha detto il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, rivelando ai cronisti di essersi recato stamattina alla Procura della Corte dei Conti perché convocato. L'indagine riguarda l'ex governo di Totò Cuffaro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati