Tutti pazzi per lo stile vintage: ricordando i bei vecchi tempi

Mobili e accessori piacciono a giovani e non solo. Oggetti con più di vent’anni, più resistenti e costruiti con materiali molto pregiati

PALERMO. Lo stile vintage è il preferito dei giovani che decidono di arredare la propria abitazione ma soprattutto negli ultimi anni non dispiace ai più adulti. La possibilità di spezzare il monotono arredamento di casa con un pezzo unico e che magari ricordi i tempi passati, revocare periodi vissuti, alletta quindi proprio tutti. Il termine vintage deriva dal latino «vindemia» e indicava i vini prodotti nelle annate migliori.
Per molti infatti gli oggetti definiti vintage perché prodotti almeno venti anni fa sono qualitativamente migliori perché più robusti o costruiti in materiali più pregiati. «Quando abbiamo cominciato la nostra attività avevamo già parecchi clienti poi il numero è molto aumentato». A parlare è Angelo Giarmo, titolare del punto vendita Mercatopoli di via Paolo Veronese a Palermo. «Noi ci occupiamo di acquistare i mobili che la gente non utilizza più e poi li rivendiamo agli appassionati del genere. Spesso disponiamo di articoli molto antichi e preziosi perché antichi – continua – la gente li compra e poi sceglie di lasciarli come sono oppure di dipingerli per adattarli al meglio allo stile della casa». «Quando abbiamo cominciato anche noi abbiamo trovato dei pregiudizi in questo settore quando siamo arrivati – afferma invece Salvatore Nocera del punto vendita Mercatino Compra vendita usato di via delle Libertà a Messina – adesso tantissima gente vende e ricerca pezzi particolari. Dalle lampade ai mobiletti c’è l’imbarazzo della scelta. Non c’è un articolo che ci richiedono maggiormente. Tutto può servire in casa».
Per fare un tuffo nel passato non ci sono solo i negozi. Per gli amanti del genere sono «una manna dal cielo» i mercatini rionali organizzati in tutte le città siciliane. In questi casi avere un minino di esperienza nel settore è sempre utile. E’ necessario infatti in pochi secondi individuare i pezzi migliori e quelli che necessitano di pochi interventi, magari anche economici, per ritornare all’antico splendore. Per gli amanti dell’informatica abituati a navigare su internet c’è sempre e-commerce. Alcuni siti sono però più sicuri di altri perché offrono la possibilità di recesso se il prodotto acquistato non ci è piaciuto e ci ha delusi. Uno dei più famosi e consultati è www.georgemonroe.it . Il negozio on line è ricco di foto degli articoli e dei mobili in vendita scontati in vari periodi dell’anno. Tutta la casa avrà quindi un gusto retrò, e un aspetto particolare con pezzi di arredamento a volte unici.
Un altro sito molto visitato è www.dimanoinmano.it. In realtà si tratta di un’impresa sociale impegnata nel campo dell'inserimento lavorativo di persone svantaggiate e nella tutela dell'ambiente attraverso il riuso e il riciclo. Poi ci sono i classici siti Ebay e Subito.it dove i privati mettono in vendita i cimeli di famiglia che non vengono più utilizzati. I prezzi partono dalle poche decine di euro alle migliaia per i pezzi più pregiati. Il vintage così diventa vantaggioso per tutti. La possibilità di recuperare qualche euro con la vendita di oggetti che non si utilizzano più, soprattutto in tempi di crisi è molto allettante. E’ interessante anche per i compratori riuscire «a portarsi a casa» un pezzo unico che sicuramente nessun altro avrà nella propria abitazione. Se poi ricorda tempi passati, ancora meglio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati