Ponte Stretto, ingegneri: "Non disperdere patrimonio di conoscenze"

ROMA. Il ponte sullo Stretto di Messina "non è una storia di sprechi, ma un'impresa che ha portato all'Italia ed alla comunità scientifica internazionale uno straordinario bagaglio di conoscenze multidisciplinari, riconosciute e ricercate in tutto il mondo". Così ingegneri e architetti di tutto il mondo chiedono, con un'inserzione sul Corriere della Sera, di non disperdere "un patrimonio di conoscenze altrimenti impensabili".

"Siamo consapevoli - scrivono professionisti del calibro di Daniel Libeskind e Allan Larsen - che non spetta alla Scienza e all'Ingegneria stabilire se costruire un ponte o meno, ma compete loro difendere un progetto se infondatamente bistrattato con conseguenze che potrebbero determinare la dissipazione di un grande patrimonio ingegneristico, scientifico e socioeconomico ad oggi consolidato in un progetto definitivo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati