Borse in picchiata, schizza lo spread

La Spagna preoccupata per l'andamento dei mercati

Sicilia, Economia

ROMA. Borse in picchiata e spread che schizza. L’Italia ingovernabile uscita dalle urne spaventa i mercati. Il differenziale tra i Btp decennali e i corrispettivi Bund tedeschi è balzato in apertura delle contrattazioni sfondando quota 340 punti, per poi riscendere attorno a 330 punti base. In deciso aumento il rischio debito dell'Italia misurato dai credit default swaps (cds) sulla scia dell'esito elettorale. Sugli schermi Bloomberg, i cds sono saliti di 43 punti base a quota 293 punti, segnando il rialzo più forte da dicembre 2011. "Estrema preoccupazione" per la risposta dei mercati alle elezioni in Italia è stata espressa oggi dal ministro degli esteri spagnolo Jose Manuel Garcia Margallo che ha definito i risultati "un salto nel nulla che non fa prevedere niente di buono per l'Italia e per l'Europa".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati