Taormina, condannato per droga: dai servizi sociali al carcere

MESSINA. Un uomo di 28 anni, Stefano Panarello, di Taormina (Messina), è stato arrestato ieri dalla polizia in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura generale, perché ritenuto responsabile di appartenere ad un'associazione mafiosa finalizzata al traffico di droga, capeggiata dai boss Cinturino e Cappello, operante nel versante jonico catanese. L'arrestato è stato condannato a 7 anni, 7 mesi e 29 giorni e al pagamento di 20 mila euro di multa. Era già stato arrestato nel 2009 per detenzione 30 dosi di cocaina nella propria abitazione. Il ventottenne al momento dell'arresto era sottoposto alla misura in affidamento in prova ai servizi sociali, revocata con provvedimento del magistrato di sorveglianza che ha disposto la carcerazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati