Riesi, uno spazio a misura di disabili

All’ex scuola media «Carducci» la sede del centro diurno per quindici persone diversamente abili ed un punto di aggregazione per anziani

RIESI. Sarà inaugurato domani alle ore 17 dal sindaco Salvatore Buttigè, il centro polivalente realizzato nell’ex scuola media “Carducci”. È stato completato il restyling dei locali del piano terra della struttura di viale Don Bosco che ospiteranno un centro diurno per la terapia occupazionale di 15 persone diversamente abili curato dalla cooperativa “Nuova Presenza” ed un centro di aggregazione sociale per anziani gestito dal Comune. Prossimamente verranno resi fruibili altri spazi del centro polifunzionale. Tra 15 giorni saranno completati i lavori di sistemazione dei locali del primo piano dell’immobile. Alcune stanze ospiteranno gli uffici della Soat (Sede operativa dell’assessorato regionale delle Risorse agricole ed alimentari) guidata dal responsabile Giacomo Luigi Buzzi. L’amministrazione, considerate le carenti risorse economiche della Regione destinate all’affitto della sede storica della Soat, ha infatti deciso di concedere in comodato d’uso i locali per continuare a garantire un servizio agli operatori del comparto agricolo. Altre stanze del primo piano saranno messe a disposizione di tutte le associazioni riesine. Inoltre sono stati già completati i lavori di sistemazione dei bagni annessi all’ex palestra comunale che sarà trasformata in sala conferenze. Presto verrà indetto apposito bando di gara per ristrutturare l’ex sala da ginnastica e renderla idonea a ospitare un pubblico di 200 persone. Entusiasta e orgoglioso dell’apertura del centro polivalente il capo dell’amministrazione. «Anche Riesi – dice Salvatore Buttigè - finalmente avrà una struttura capace di rispondere ai bisogni sociali, educativi e assistenziali dell’intera collettività. Anziani e giovani potranno usufruire di locali dove riunirsi e non saranno più costretti a stare nelle strade. Si darà altresì la possibilità alla cittadinanza di beneficiare di una sala conferenze per favorire lo svolgimento di dibattiti, incontri e di altre iniziative». Al taglio del nastro parteciperanno diverse autorità civili, militari e religiose.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati