Cgil: domani sciopero dei bus privati

PALERMO. Sciopereranno domani per otto ore (dalle 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 20) in Sicilia i lavoratori delle autolinee private aderenti alla Filt Cgil per chiedere il pagamento degli stipendi, che non vengono loro erogati da mesi. Sull'argomento il sindacato chiede l'intervento dei prefetti.
"I lavoratori sono esasperati - dice Franco Spanò, segretario generale della categoria - ed è arrivato il momento che finisca il palleggio di responsabilità tra Regione e aziende e che le aziende la smettano di usare i lavoratori come leva per le proprie rivendicazioni". I dipendenti delle autolinee hanno già scioperato l'8 febbraio e in quell'occasione, contrariamente a quanto afferma la Regione, le aziende hanno sostenuto di non avere ancora ricevuto i finanziamenti pubblici.
"Su questo chiediamo sia fatta chiarezza - aggiunge Gaetano Bonavia, responsabile Filt per il trasporto pubblico locale - ma in ogni caso le aziende possono utilizzare gli utili diretti derivanti dalla vendita dei biglietti per pagare i lavoratori".
Per la Filt "é invece intollerabile che continuino a fare pagare ai lavoratori e alle loro famiglie l'obiettivo insostenibile di contrattare la proroga dei contratti di servizio a condizioni ancora più stracciate". Secondo la Filt Cgil "il trasporto pubblico locale va riformato - dice Spanò - perché così com'é continua a sprecare risorse senza garantire l'occupazione né la qualità dei servizi ai cittadini".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati