Pesca novellame, è scontro Governo-Regione

Il ministero ha ordinato il blocco della pesca di sardine e rossetto, autorizzata però nei giorni scorsi dall’assessore Cartabellotta. Alcuni pescherecci sono già usciti in mare

PALERMO. Braccio di ferro governo-Regione siciliana sulla pesca al novellame (sardine e rossetto). Il ministero ha ordinato alle Capitanerie di porto il blocco della pesca autorizzata nei giorni scorsi dall'assessore regionale Dario Cartabellotta che aveva firmato un decreto che dava il via libera alle attività a partire dall'11 febbraio e per quaranta giorni, provvedimento attualmente in vigore. Alcuni pescherecci erano già usciti in mare prima che il ministero adottasse il blocco, altri invece sono fermi nei porti in attesa di capire cosa intenda fare il governo della Regione. Il “caso novellame”, pratica vietata dall'Unione europea, sarà al centro della giunta regionale, convocata nel pomeriggio dal presidente Rosario Crocetta.     Il decreto interveniva per tamponare la crisi del settore in Sicilia, facendo leva sullo statuto speciale che tra le materia di competenza esclusiva comprende anche la pesca. La Regione contesta al ministero di non avere mai adottato il piano di gestione, previsto dall'Unione europea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati