Vaticano, sede vacante dalle 20 del 28 febbraio

Lo ha detto il Papa annunciando ai cardinali la decisione di dimettersi. Dovrà quindi essere convocato un conclave per l'elezione del nuovo Pontefice. Dal 28 febbraio in poi a reggere gli affari correnti «rimangano in funzione i segretari e il sostituto. Poi ci sono i compiti per il Camerlengo e il decano del Sacro Collegio»

ROMA. La «sede vacante» dopo le dimissioni di Benedetto XVI scatta dalle ore 20.00 del 28 febbraio. Lo ha detto il Papa annunciando ai cardinali la decisione di dimettersi. Dovrà quindi essere convocato un conclave per l'elezione del nuovo Papa. Dal 28 febbraio in poi a reggere gli affari correnti «rimangano in funzione i segretari e il sostituto. Poi ci sono i compiti per il Camerlengo e il decano del Sacro Collegio», in base a quanto stabilisce la Costituzione Apostolica. Lo ha detto padre Federico Lombardi, incontrando i giornalisti, spiegando «durante la sede vacante c'è il camerlengo, il decano del sacro collegio, chi guida i dicasteri: non si parla in alcun modo del pontefice precedente».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati