Sanità, la guerra dei privati alla Regione

Tagliati i rimborsi, scatta la protesta dei titolari di laboratori d’analisi e degli specialisti convenzionati. A Ditelo a Rgs il grido d’allarme dei lavoratori della Casa di Cura D’Anna di Palermo, senza stipendi da 6 mesi

PALERMO. La Regione taglia i rimborsi e scatta la protesta dei titolari di laboratori d’analisi e degli specialisti convenzionati - come riferito sul Giornale di Sicilia in edicola. Da lunedì e per tutta la settimana qualsiasi prestazione sarà effettuata a pagamento: dagli esami del sangue alle radiografie, i pazienti dovranno pagare per intero anche se in possesso di ricetta del medico di famiglia. Primo atto di un braccio di ferro che rischia di allargarsi alle case di cura di cura private, che al momento hanno scelto una linea meno aggressiva.
Intanto a Ditelo a Rgs, questa mattina, protagonista la protesta dei lavoratori della Casa di Cura D’Anna di Palermo. I circa sessanta dipendenti non percepiscono gli stipendi da agosto ed ora le attività della clinica sono bloccate. Situazione simile alla clinica Stagno, sempre nel capoluogo, dove i cento dipendenti vanno in cassa integrazione a turno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati