Vino sui dessert, meglio abbinare un Marsala o una Malvasia

Caramello, miele, ricotta e cioccolato: come smorzare le dolcissime note di questi dessert? Con il vino giusto, naturalmente, rigorosamente liquoroso. Giuseppe Lisciandrello, titolare dell'enoteca palermitana 'Vino Veritas', ci propone tre possibili abbinamenti: «Per contrastare questi dolci così stucchevoli possiamo scegliere un marsala invecchiato vergine o secco. In questo caso faranno al caso nostro un Vecchio Sampieri De Bortoli Vigna La Miccia, vino liquoroso semisecco, oppure un marsala vergine, come quello prodotto da Baglio Florio. Per la pignolata, invece, che è un dolce tipico messinese, opteremo per una malvasia delle Lipari, dolce, ma non eccessivamente, ricca di note balsamiche e aromatiche al miele e alla salvia. In questo caso consiglierei quella di Francesco Fenech».
Queste le scelte per chi vuole restare sull'Isola. Ma il panorama internazionale offre altre possibilità: «Consiglierei una scelta un po' estrosa - continua l'enotecaro -, ovvero di presentare a tavola uno Sherry Pedro Ximènez, un vitigno che si produce a Jerez de la Frontera, in Spagna. Lo Sherry Don Zoilo, invecchiato dodici anni è, a mio parere, ottimo. Si tratta di un vino caldo, alcolato e robusto, e si sposa benissimo con questi dolci forti».

BEA. M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati