Fabri Fibra: canto quell'Italia che non cambia mai

A due anni e mezzo di distanza dal
successo targato "Controcultura", Fabri Fibra è pronto a
tornare in scena con un nuovo album la cui uscita è prevista
per il 5 febbraio. Il titolo del lavoro firmato dal rapper
s'intitola "Guerra e pace" e racconta a modo suo e in rigoroso
ritmo di rap, se stesso e la situazione italiana attuale. «Sono
testi e rime scritte in guerra e in pace con me stesso - ha
raccontato il rapper negli uffici della sua casa discografica -
attraverso una sorta di equilibrio tra il bene e il male,
dosando entrambi gli ingredienti, come credo a tutti capiti di
provare. Se sei uno sportivo sfoghi il lato negativo
nell'agonismo, se sei un pittore nei dipinti e se fai il
musicista usi le note e la scrittura». Da "Che tempi" a "Pronti, partenza, via", singolo che ha
anticipato l'album al completo (sopra il videoclip), Fibra parla anche
dell'attualità italiana.
«Racconto quell'Italia che non parte mai - dice il rapper che
all'anagrafe risponde al nome di Fabrizio Tarducci - e dove
capita spesso che ci vengano raccontate grandi prospettive di un
cambiamento che invece non arriva mai. Basta guardare la cronaca
di questi giorni e i comportamenti di tanti politici italiani.
Questo non è un paese negativo ma un paese arrabbiato perchè
la gente non ha opportunità».

© Riproduzione riservata