Regali per i cani abbandonati A Palermo una fiera di Natale

Il 16 dicembre un mercatino dove si potranno acquistare gadget. Tra gli obiettivi raccogliere fondi per la gestione dei rifugi

PALERMO. Arriva Babbo Natale, si spera, anche per gli amici a quattro zampe ospiti del canile municipale di Palermo. In occasione della festività natalizia, infatti, le associazioni animaliste e i volontari, che si occupano degli oltre quattrocento cagnolini della struttura di piazza Tiro a Segno e dell'ex Mattatoio, non potevano non organizzare un'iniziativa rivolta agli animali orfanelli, per regalare a tutti loro qualche dono e perché no, magari riuscire a trovare per il nuovo anno anche una nuova casa e dei padroncini pronti ad accoglierli con affetto e responsabilità. Domenica 16 dicembre il canile municipale si trasformerà in un vero e proprio mercatino di Natale, dove si potranno acquistare gadget e simpatiche idee regalo nelle bancarelle allestite dai volontari delle associazioni che hanno aderito, alcune delle quali gestiscono dei rifugi, autonomamente e autofinanziandosi, accogliendo i numerosi cani randagi abbandonati per strada. «Il progetto del mercatino di Natale - spiega Elena La Porta, presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Palermo - ha una doppia funzione: portare sempre più cittadini al canile, sensibilizzarli al tema delle adozioni e della cura degli animali; in più riuscire a raccogliere tanti più fondi per il mantenimento dei rifugi presenti in città, gestiti autonomamente dalle associazioni e dai loro volontari».
Durante questa mini-fiera sarà quindi possibile acquistare, con piccole offerte, idee regalo come penne, magliette, calendari, adesivi e tanti altri gadget creati dalle associazioni. Insomma si potrà unire l'utile al dilettevole: oggetti simpatici spendendo poco e per una giusta causa. E magari far trascorrere ai proprio figli un'allegra domenica mattina in compagnia degli amici animali. «L'obiettivo - aggiunge Eliana La Porta - è proprio quello di favorire le adozioni in canile. Quindi, speriamo nella sensibilità delle famiglie, soprattutto a Natale. Certo, attenzione: il cane non è un oggetto, va adottato con responsabilità e coscienza di prendersene cura. Quando adottiamo i cani del Rifugio della Favorita, che noi gestiamo, ci accertiamo, anche dopo l'affidamento, che il cane venga realmente curato». Non a caso nella pagina Facebook del canile dedicata proprio alle adozioni si legge «A Natale non regalare un cane. Regala una casa al cane di canile».
E se il Natale arriva anche per i cagnolini, non può certo arrivare senza doni sotto l'albero. E il canile un albero vero e proprio ce l'ha. Ad allestirlo, ancora una volta i volontari, ma con l'aiuto dei bambini e delle loro famiglie che domenica scorsa hanno fatto visita ai cuccioli, portando addobbi natalizi e luci colorate. Una volta allestito l'albero, mancano solo i doni da mettere sotto. E per questi, volontari e associazioni chiedono aiuto a tutti noi: «Speriamo che in occasione delle feste - dice Giusy Caldo della Lida Palermo e volontaria al canile - tutti quanti possano portare qualche piccolo pensiero, anche un pacco di croccantini, collarini, farmaci, giochini e quanto altro può servire per il benessere e il divertimento dei cani. Anche un piccolo dono può essere utile».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati