Frasi contro Agnelli, deferiti Pulvirenti e il Catania

La Procura della Figc ha deferito il presidente etneo alla Commissione Disciplinare per aver «espresso pubblicamente giudizi e rilievi lesivi della reputazione» del numero uno della Juventus. Società deferita per responsabilità diretta

ROMA. Il Procuratore Federale delle Figc ha deferito dinanzi alla Commissione Disciplinare Nazionale il presidente del Catania Antonio Pulvirenti, e la società medesima a titolo di responsabilità diretta, per aver «espresso pubblicamente giudizi e rilievi lesivi della reputazione del presidente della società F.C. Juventus, Andrea Agnelli».
Il deferimento, ricorda una nota, si riferisce alla violazione dell'art. 1, comma 1, e dell'art. 5, comma 1, del Codice di Giustizia sportiva, a seguito delle dichiarazioni rese a SKY domenica scorsa.«Le parole di Andrea Agnelli sulla mia nomina? Sono state più che altro una provocazione. Ha agito come una zitella isterica, e in astinenza», aveva commentato Pulvirenti replicando alle critiche del presidente della Juventus dopo la rielezione di Mario Beretta alla guida della Lega di A, e la sua nomina a consigliere federale. «Agnelli dice che in Lega non mi si vedeva da dieci anni? Una provocazione», aveva concluso il presidente del Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati