Sicilia, Politica

Bersani apre la campagna elettorale: "Solo noi possiamo battere la destra"

"Io sono l'unico a non aver messo il nome nel simbolo. Sistemi organizzati su una persona sola sono un tumore che rendono la democrazia ingessata", così il candidato premier del Pd al teatro Jovinelli di Roma

ROMA. "La battaglia la vinceremo non perché abbiamo la vittoria in tasca, l'avversario c'é e ha rialzato la testa ma perché susciteremo le nostre forze in tutto il Paese e le nostre forze questa volta sono in grado di battere la destra". E' la convinzione espressa da Pier Luigi Bersani aprendo a Roma la campagna elettorale dei democratici al teatro Ambra Jovinelli.

Il teatro è gremito. In platea molti giovani, qualche deputato uscente e militanti del Pd. Sul palco con il segretario Bersani, gli unici presenti che stanno prendendo a turno la parola sono Anna Ascani, 26 anni candidata alla Camera in Umbria; Enzo Lattuca, 25 anni, candidato alla Camera in Emilia e Valentina Paris, 30 anni, candidata in Campania alla Camera.

Insieme a lui tre giovani aprono la campagna. "Qui si fa vedere quale rinnovamento" dal punto di vista femminile e giovanile il Pd porterà in Parlamento dopo le primarie. "Ecco come abbiamo sconfitto il Porcellum e come cambierà il volto della nostra rappresentanza in Parlamento".

"VINCERE CON IL 51% MA RAGIONARE CON IL 49%".
E"Chi altro c'é che può chiudere con questa destra e con vent'anni di regressione della politica italiana? Io dico nessun altro e non voglio fare polemiche". Pier Luigi Bersani ribadisce che solo il Pd può vincere le elezioni. "Poi ribadisco - sostiene il leader Pd - che serva qualcuno che vinca con il 51%, ma ragioni come se avesse il 49% perché la situazione del Paese non accetta faziosità".

"PARTITI PERSONALI SONO CANCRO DELLA DEMOCRAZIA"."Io sono l'unico a non aver messo il nome nel simbolo. Sistemi organizzati su una persona che spesso si sceglie da sola sono un tumore che rendono la democrazia ingessata, inefficace e impotente". Lo ha detto Pierluigi Bersani rivendicando che invece "nel Pd Bersani c'é per un pò ma il Pd ci sarà tra 20-50-100 anni".

"LENZUOLATE SUI DIRITTI". "Sui diritti e sulla legalità ci vogliono lenzuolate, non una agenda: il falso in bilancio, l'antiriciclaggio, la trasparenza della P.A., il conflitto di interessi, l'abolizione di 7-8 leggi ad personam così come le unioni civili per le coppie omosessuali, lo ius soli e la parità di genere". Lo afferma Pier Luigi Bersani nel suo intervento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati