La Roma sparisce nella ripresa, ci pensa Gomez a punirla

Il Catania soffre contro i giallorossi che devono fare a meno di Totti. Il Papu è l'uomo più pericoloso dei suoi e regala il successo ai suoi

CATANIA. Senza Totti la Roma è una squadra normale. Se non addirittura mediocre. Lo dimostra al 'Massiminò di Catania, dove perde 1-0 per il gol decisivo di Gomez al termine di una partita che i giallorossi interpretano alla grande nel primo tempo prima di sparire dal campo nella ripresa. Senza lo squalificato Lodi e gli indisponibili Alvarez, Biagianti e Sciacca, Maran propone il tridente tutto argentino con Gomez, Bergessio e Barrientos, chiedendo ad Almiron di giocare in interdizione davanti alla difesa. Anche la Roma è disposta col 4-3-3 ma Zeman, già privo degli infortunati Romagnoli ed Osvaldo e dello squalificato Pjanic, perde anche Totti, ancora alle prese con il dolore al retto femorale della gamba sinistra. Marquinhos non è al top ed è in panca, così come De Rossi, escluso per scelta tecnica a favore di Tachtsidis. In avanti, dunque, il tris giallorosso è formato da Lamela, Destro e Marquinho. Proprio per l'ex attaccante del Siena, dunque, c'è la grande chance di far bene ma, ancora una volta, delude le attese nei primi 45 minuti, sprecando tre nitide palle gol. All'11' controlla bene ma non centra lo specchio di sinistro, al 13' ci prova ancora senza fortuna su intuizione di Lamela e, soprattutto, al 35', quando, a porta spalancata, non riesce a metter dentro il tap-in conseguente al tiro di Florenzi non trattenuto da Andujar. Insomma, i giallorossi avrebbero meritato il vantaggio anche perchè, al 36', Florenzi sfiora di testa su assist di Tachtisidis mettendo a lato di un niente, e al 42' Marquinho conclude di poco alto sulla traversa. E il Catania? Soffre, perde Almiron per infortunio (dentro Castro) e ha in Gomez il suo uomo più pericoloso, capace di mettere in apprensione la difesa ospite al 4' e di mettere in seria difficoltà, al 31', un non impeccabile Goicoechea. La Roma abbassa i ritmi ad inizio ripresa ed il Catania ne approfitta per ripartenze veloci e minacciose, Castro si fa vedere al 5' e al 15', dopo che i giallorossi avevano perso per infortunio Piris (dentro Marquinhos). Il vantaggio degli etnei, però, è una sorpresa: ci riesce Gomez, che sfrutta l'imbeccata di Bergessio per battere Goicoechea in uscita con un lob delizioso. I capitolini reagiscono con un destro di controbalzo di Marquinhos al 21', la partita si innervosisce e Damato cerca di smorzare gli animi coi cartellini. Al 25' Andujar esce di testa per disinnescare Destro, gli ospiti però hanno perso la lucidità e la pericolosità del primo tempo, incapaci anche di sfruttare un Catania visibilmente stanco. Ma che, al 37', per poco non fa il bis con Bergessio, ispirato da un errore di valutazione di Marquinhos. Nel finale Dodò ha l'occasione per l'1-1 ma Andujar si salva in corner. Il brasiliano protesta per un presunto fallo da dietro al momento del calcio ma Damato fa proseguire. Nel recupero, Goicoechea si esalta su Bergessio. Il Catania conquista così la sua prima vittoria del 2013 ribadendo la capacità di poter ambire all'Europa, la Roma invece subisce il secondo ko consecutivo in trasferta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati