Meno fondi ai dipendenti dei gruppi: via libera all’Ars

Il Consiglio di presidenza dell’Assemblea regionale ha deciso all’unanimità di contenere la spesa per i 78 “stabilizzati”. Nuove regole seguendo il decreto Monti

PALERMO. Il Consiglio di presidenza dell'Assemblea regionale sicilianale, presieduto da Giovanni Ardizzone (Udc) e allargato ai capigruppo, ha deciso all'unanimità di adottare un sistema di rendicontazione dei gruppi parlamentari secondo il modello adottato dal decreto Monti. Nel corso della riunione, relativamente alle posizioni dei cosiddetti dipendenti dei gruppi 'stabilizzati' (78 persone), si é convenuto di procedere a un contenimento della spesa nel limite massimo delle somme trasferite dall'Assemblea, che in atto prevede, per ogni dipendente, una corresponsione da 44 mila euro fino a 70 mila euro lordi al raggiungimento dei 35 anni di anzianità contributiva. Il presidente Ardizzone, d'intesa con il segretario generale, farà seguire una comunicazione indirizzata a tutti i capigruppo nella quale saranno puntualmente precisati i rapporti intercorrenti tra l'Assemblea e i gruppi e quelli che, su richiesta degli stessi capigruppo, dovrebbero riguardare i gruppi e i loro dipendenti.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati